Si è presentato con la sua immancabile felpa, con scritto in bella evidenza “Legnago”, per tirare la volata a Graziano Lorenzetti. Matteo Salvini, ministro dell’Interno, questo pomeriggio era a Legnago per chiudere la campagna elettorale del candidato sindaco appoggiato, oltre che dalla Lega, anche da Fratelli d’Italia e dalla lista “Scelgo Legnago”.

Davanti a un migliaio di persone, Salvini ha sottolineato che i sindaci della Lega mettono in primo piano i bisogni dei cittadini italiani prima di quelli stranieri e, riferendosi ai recenti fatti di Roma che hanno visto coinvolto l’elemosiniere del Papa, ha sottolineato: “Paghi le bollette anche agli italiani in difficoltà”. Il leader leghista ha ricordato anche l’importanza del voto del prossimo 26 maggio per le europee che potrebbero cambiare il volto dell’Europa.

Gli altri candidati sindaci alle elezioni comunali di Legnago sono Silvio Gandini, appoggiato dalle liste Legnago Futura, Per una città in Comune e Liberinsieme, Riccardo Shahine, appoggiato da Lista Viva Legnago per l’autonomia del Veneto, Lista Forza Italia e Lista Prima Legnago, e Diletta Marconcin, appoggiata dalla lista Legnago Chiama.