Le minoranze castelnovesi si uniscono. Sul nuovo numero del notiziario del Comune i tre simboli compaiono vicini a capo di un unico pensiero.

L’unione fa la forza

Il fatto che i tre capigruppo delle liste in opposizione a Castelnuovo del Garda fossero in sintonia, non è una novità, ma che abbiano deciso di concretizzare l’unione di pensieri che li ha avvicinati in questi anni, lo ha reso noto il giornalino informativo del Comune.

La nota pubblicata dai capigruppo:

“L’approssimarsi dell’ultimo semestre dell’attuale amministrazione ci impone di guardare al futuro con forte senso di responsabilità e con la volontà di progettare interventi di riqualificazione del nostro territorio. Un’altra stagione di immobilismo è trascorsa e le sparute iniziative intraprese si
sono rivelate insufficienti alla crescente richiesta dell’economia del nostro paese. Vogliamo ricordarci che siamo un Comune del Garda?
Possiamo permetterci di continuare in questa direzione per altri cinque anni? Ci vogliamo rendere conto di quanto i paesi limitrofi siano stati capaci di mettere in campo iniziative talmente qualificanti da sviluppare interesse, valorizzando peculiarità del loro territorio? Dobbiamo continuare a
rimanere in ostaggio di accordi e convenzioni urbanistiche inattuabili e unicamente fonti di continue problematiche? Dobbiamo rassegnarci ad
essere il Comune dormitorio dei lavoratori del lago di Garda o abbiamo la speranza di veder rivivere le nostre piazze? Ci rendiamo conto che è ora
di smetterla con le progettualità a breve termine e inefficaci per una visione più lungimirante non solo per noi ma anche i nostri figli? L’amministrazione Peretti volge al termine e spetterà agli elettori decidere un nuovo futuro. Noi ci saremo!”.

 

Leggi anche:  Bufera sul consigliere a Villafranca: "Discrimina gli stranieri"

Punti di vista in comune

“Da tempo condividiamo diverse iniziative – ha spiegato il consigliere Rossella Vanna Ardielli del Movimento Civico La Strada -. Siamo molto sollecitati da tanti cittadini. Ci dispiace vedere tanto degrado, lascismo e situazioni dormienti. Abbiamo fatto delle valutazioni, il fine di tutti, abbiamo capito, è lo stesso: far splendere Castelnuovo del Garda. Crediamo sia un dovere da parte delle minoranze di darsi da fare per dare una svolta a Castelnuovo del Garda”.

Voglia di cambiamento

“In questi anni di opposizione abbiamo spesso combattuto insieme l’immobilismo e l’incompetenza di questa amministrazione, ci stiamo confrontando sui progetti per ridare slancio e vitalità al nostro Comune, l’idea è interessante soprattutto perchè questa è la richiesta di tantissimi cittadini che hanno voglia di cambiamento” ha affermato il consigliere Giovanni Dal Cero della lista Castel Nuovo in Comune

 

Problematiche locali da affrontare

“Stiamo dialogando per fare un gruppo unico di opposizione che probabilmente si presenterà insieme – ha commentato il consigliere Marcello Giacomelli del M5S -. Ciò che ci sta tenendo vicini sono le problematiche del paese, che tutti vogliamo affrontare”.