Alberto Dainese è il vincitore della 66esima Coppa Fiera di Sommacampagna, la classica riservata alla categoria dilettanti che si è svolta ieri nel Veronese. Per la Zalf Euromobil Desiree Fior è la 24esima vittoria stagionale.

Alberto Dainese leader a Sommacampagna

Il 20enne padovano si è imposto allo sprint sulla rampa d’arrivo che caratterizza il classico appuntamento del martedì a Sommacampagna (Vr) davanti a Matteo Furlan (Iseo Serrature Rime Carnevali) e  Cristian Rocchetta (General Store Bottoli). La competizione scaligerà è stata caratterizzata da un alto ritmo e da diversi tentativi di fuga sin dalle prime battute di gara: il più pericoloso lo hanno portato Gianluca Milani, vincitore dell’edizione 2017, Alberto Dainese (Zalf Euromobil Désirée Fior), Flavio Tasca e Gomez Urosa (Work Service). Il quartetto che ha pedalato di comune accordo è stato raggiunto dal gruppo solo a tre chilometri dal traguardo.

Il finale di gara

Il plotone compatto si è presentato così sulla rampa finale giocandosi il tutto per tutto in uno sprint lanciato lunghissimo: perfetta la scelta di tempo di Alberto Dainese che ha preso la testa del gruppo negli ultimi 150 metri e non ha più concesso nulla agli avversari andando a tagliare la linea del traguardo a braccia alzate.

Leggi anche:  Volley femminile: presentata supercoppa italiana 2018

Sesto successo stagionale

Per Alberto Dainese, reduce dalla trasferta in azzurro al Tour de l’Avenir, si tratta della sesta affermazione stagionale. A completare la festa veronese della Zalf Euromobil Désirée Fior è arrivato sullo stesso traguardo anche il quarto posto di Leonardo Marchiori. “Questa vittoria è molto preziosa perchè arriva dopo una settimana di piazzamenti nei quali la sfortuna ci aveva impedito di festeggiare il successo. Dainese è tornato dal Tour de l’Avenir con un’ottima condizione fisica, per questo abbiamo scelto di correre per lui oggi a Sommacampagna: i ragazzi sono stati bravi a realizzare ciò che avevamo stabilito nella riunione pre-gara e Alberto ha messo a frutto tutte le sue qualità negli ultimi 300 metri” ha commentato al termine della gara il team manager Luciano Rui.