Alberto Dainese è il vincitore della 66esima Coppa Fiera di Sommacampagna, la classica riservata alla categoria dilettanti che si è svolta ieri nel Veronese. Per la Zalf Euromobil Desiree Fior è la 24esima vittoria stagionale.

Alberto Dainese leader a Sommacampagna

Il 20enne padovano si è imposto allo sprint sulla rampa d’arrivo che caratterizza il classico appuntamento del martedì a Sommacampagna (Vr) davanti a Matteo Furlan (Iseo Serrature Rime Carnevali) e  Cristian Rocchetta (General Store Bottoli). La competizione scaligerà è stata caratterizzata da un alto ritmo e da diversi tentativi di fuga sin dalle prime battute di gara: il più pericoloso lo hanno portato Gianluca Milani, vincitore dell’edizione 2017, Alberto Dainese (Zalf Euromobil Désirée Fior), Flavio Tasca e Gomez Urosa (Work Service). Il quartetto che ha pedalato di comune accordo è stato raggiunto dal gruppo solo a tre chilometri dal traguardo.

Il finale di gara

Il plotone compatto si è presentato così sulla rampa finale giocandosi il tutto per tutto in uno sprint lanciato lunghissimo: perfetta la scelta di tempo di Alberto Dainese che ha preso la testa del gruppo negli ultimi 150 metri e non ha più concesso nulla agli avversari andando a tagliare la linea del traguardo a braccia alzate.

Leggi anche:  Malore al mare in Sicilia, il ciclismo piange Felice Gimondi

Sesto successo stagionale

Per Alberto Dainese, reduce dalla trasferta in azzurro al Tour de l’Avenir, si tratta della sesta affermazione stagionale. A completare la festa veronese della Zalf Euromobil Désirée Fior è arrivato sullo stesso traguardo anche il quarto posto di Leonardo Marchiori. “Questa vittoria è molto preziosa perchè arriva dopo una settimana di piazzamenti nei quali la sfortuna ci aveva impedito di festeggiare il successo. Dainese è tornato dal Tour de l’Avenir con un’ottima condizione fisica, per questo abbiamo scelto di correre per lui oggi a Sommacampagna: i ragazzi sono stati bravi a realizzare ciò che avevamo stabilito nella riunione pre-gara e Alberto ha messo a frutto tutte le sue qualità negli ultimi 300 metri” ha commentato al termine della gara il team manager Luciano Rui.