Europei Master: 4 per 400, Italia al top nel giro di pista, L’Italia viaggia a 400 nella quinta giornata dei Campionati Europei Master, in provincia di Venezia. Sul giro di pista gli azzurri, a Jesolo, non solo monopolizzano il podio tra gli M70, ma riescono a piazzare quattro atleti nei primi quattro posti. Davanti a tutti il formidabile Vincenzo Felicetti, con la sua azione di corsa sempre efficace e la migliore prestazione nazionale di categoria in 1’00”84. Per il calabrese di Fuscaldo, classe 1949 e portacolori del Road Runners Club Milano, è il sesto titolo continentale all’aperto su questa distanza, dopo aver superato gli infortuni di un paio di stagioni fa. Alle sue spalle conquistano una medaglia anche Livio Bugiardini (Sef Macerata, 1’02”92) e Roberto Paesani (Romatletica Footworks, 1’05”06), quarto Aldo Del Rio (Road Runners Club Milano, 1’05”41) in una finale con cinque italiani e il settimo posto di Rudolf Frei (Sportclub Merano, 1’05”94), a lungo in lotta per le prime posizioni.

Nel peso il veronese Giovanni Tubini (Olimpia Amatori Rimini) si prende la vittoria nella categoria M55 al quinto lancio con 15.92 e torna alla ribalta tra i master: in carriera è stato cinque volte in Nazionale assoluta e azzurro agli Europei del 2002. Ancora un titolo dell’altoatesino Hubert Indra (Südtirol Team Club) che si mette al collo il suo primo oro nell’asta a quota 3.70, mentre nei giorni scorsi aveva centrato l’ennesimo successo nel decathlon M60. E prosegue il tour de force in vista della finale sui 100 ostacoli, perché nelle batterie del mattino ha staccato il pass con il secondo crono (15”85). Proprio nelle prove multiple Ernesto Minopoli (Amatori Masters Novara) vince il titolo M85 con 4899 punti, in un insolito decathlon su tre giornate a causa del rinvio a oggi del salto con l’asta, ma anche di giavellotto e 1500 metri per completare le dieci fatiche.

A Caorle stavolta la brianzola Sara Colombo (La Fratellanza 1874 Modena) è d’oro nel lungo W45 con 5.30 (+1.2) dopo l’argento di venerdì nel triplo dietro all’azzurra Barbara Lah. Nei 10.000 metri allo stadio di Eraclea, oggi protagoniste le donne con il dominio nella gara W50 della lombarda Claudia Gelsomino (Cardatletica), ex tricolore assoluta di maratona, che sbriciola il record italiano di categoria in 37’23”97. Tra gli altri risultati, spicca il ritorno della lanciatrice Brunella Del Giudice (Nuova Atl. dal Friuli), argento nel martello con maniglia corta W75 firmando il nuovo limite nazionale di 13.18.

Leggi anche:  Dirette gratis delle partite di calcio: chiusi 114 siti illegali

Intanto arrivano altri tre primati del mondo: due per l’olandese Rietje Dijkman che a Caorle eguaglia quello del lungo W80 con 3.45 (-1.9), dopo averlo già ottenuto sulla pedana del triplo, e lo migliora sui 400 W80 in 1’29”84, invece il finlandese Jouni Tenhu incrementa il suo record del giavellotto M80 con 45.85 e nei 400 W65 c’è il primato europeo in 1’08”67 della britannica Caroline Powell. Tra le W35 titolo nel giro di pista con 55”57 per un nome noto dell’atletica internazionale: la polacca Anieta Lemiesz, quest’anno spesso in azione come “pacer” nei meeting della Diamond League. Domani niente gare, per la pausa di metà rassegna: si riprende mercoledì con altre cinque giornate fino a domenica.

 

MEDAGLIE ITALIANE – QUINTA GIORNATA (aggiornamento ore 19.00)

ORO

Peso M55: Giovanni Tubini (Olimpia Amatori Rimini) 15.92

Asta M60: Hubert Indra (Südtirol Team Club) 3.70

400 M70: Vincenzo Felicetti (Road Runners Club Milano) 1’00”84 MPI

Decathlon M85: Ernesto Minopoli (Amatori Masters Novara) 4899

Lungo W45: Sara Colombo (La Fratellanza 1874 Modena) 5.30 (+1.2)

10.000 W50: Claudia Gelsomino (Cardatletica) 37’23”97 MPI

 

ARGENTO

400 M50: Claudio Fausti (Atl. Virtus Castenedolo) 53”45

Peso M60: Andrea Meneghin (Atl. Riviera del Brenta) 14.13

400 M70: Livio Bugiardini (Sef Macerata) 1’02”92

10.000 W35: Denise Tappatà (Sef Stamura Ancona) 37’33”15

10.000 W40: Francesca Battacchi (Acquadela Bologna) 40’32”03

400 W50: Yolanda Clant (Pol. Caprioli) 1’04”02

400 W60: Angela Pachioli (Atl. Santamonica Misano) 1’11”28

Disco W75: Maria Luisa Fancello (Assi Giglio Rosso Firenze) 25.12

Martello m.c. W75: Brunella Del Giudice (Nuova Atl. dal Friuli) 13.18 MPI

 

BRONZO

400 M45: Giovambattista Pollicino (Toscana Atl. Futura) 52”80

400 M60: Angelo Mauri (Road Runners Club Milano) 59”48

400 M70: Roberto Paesani (Romatletica Footworks) 1’05”06

Asta M75: Mario Gaspari (Atl. Dolomiti Belluno) 2.40

10.000 W40: Elena Neri (Circolo Minerva Parma) 41’06”55

400 W45: Cassandra Sprenger (Cus Genova) 1’02”76

10.000 W45: Cinzia Zugnoni (Gs Csi Morbegno) 39’48”39

400 W50: Barbara Martinelli (Us San Vittore Olona 1906) 1’04”03

 

 

RISULTATI

 

In allegato: alcune foto della quarta giornata: Il cross country a Caorle e le gare in pista a Jesolo (credit Foto Castagnoli)