Kuota TriO Peschiera si è concluso e con lui il circuito di triathlon di standard internazionale Volkswagen TriO Series, nato dalla partnership tra Volkswagen e TriO Events, che nelle tre tappe di Sirmione, Senigallia e Peschiera del Garda ha coinvolto ben 3.750 appassionati della triplice disciplina.

Successo

Successo confermato per la manifestazione nata con la volontà di unire competizione, sport e puro divertimento, puntando all’organizzazione di gare di sempre maggiore qualità a livello tecnico ma anche al coinvolgimento e all’intrattenimento, grazie alle attività delle aziende partner e party a tema per celebrare il triathlon e i suoi praticanti in occasione di ogni appuntamento.

A mettersi in gioco anche in questa terza data il Volkswagen Team, composto da Matteo Aperio e Raffaella Dotti, affiancati dall’ex campione di nuoto Massimiliano Rosolino. In gara anche la showgirl e attrice Justine Mattera, che proprio a Peschiera ha festeggiato il suo primo anno da triatleta.

Non solo passione per sport e auto

“Durante le tre tappe del circuito abbiamo stretto un legame sempre più forte con i partecipanti – ha dichiarato Fabio Di Giuseppe, Direttore Marketing Volkswagen – che non si limita solo alla passione per lo sport e le auto, ma ad una visione comune riguardo l’impegno, la costanza, il miglioramento continuo e il raggiungimento di obiettivi ambiziosi. Sono molto entusiasta della partnership con TriO Series, un evento di vero sport, ambiente ideale per i nostri clienti e per la nostra rinnovata gamma di crossover e SUV Volkswagen”.

Grande lavoro di squadra

“Con Kuota TriO Peschiera si chiude una nuova entusiasmante stagione di triathlon – ha dichiarato Massimiliano Rovatti di TriO Events – frutto di un grande lavoro di squadra per promuovere la crescente passione per la triplice disciplina e permettere a tutti, atleti competitivi, praticanti e neofiti, di vivere delle emozionanti giornate di sport in bellissime location. Non possiamo che ringraziare Volkswagen per aver creduto in questa sfida, i tantissimi volontari e le Forze dell’Ordine, come la Scuola di Polizia di Peschiera del Garda, che hanno contribuito all’ottima riuscita degli eventi”.

 

I podi

Sabato 15 settembre la gara su distanza olimpica (1.5km di nuoto, 40km di bici e 10km di corsa), con nuovi tracciati bike e run, ha visto salire sul gradino più alto del podio, tra gli uomini, Massimo De Ponti (C.S. Carabinieri) con il tempo di 01:53:41, seguito da Thomas Steger (Pewag Racing Team) con il tempo di 01:55:11 e Nicola Azzano (The Hurricane SSD) in 01:56:25. A trionfare tra le donne la giovanissima Bianca Seregni (Raschiani Tri Pavese) con il tempo di 02:15:07, seconda Renate Forstner (Deutsche Triathlon Union) in 02:16:47, terza Martina Dogana (Martina Dogana Triathlon Team) in 02:17:27.

Leggi anche:  Memorial Valentino Mezzani, a Mozzecane 270 atleti

 

Domenica 16 settembre si è tenuto, invece, il triathlon sprint(750m di nuoto, 20km di bici e 5km di corsa). Primo classificato tra gli uomini Andrea Giacomo Secchiero (G.S.FF.OO.) con il tempo di 01:00:25, seguito da Dario Chitti (Project Ultraman) in 01:00:29 e Franco Pesavento (The Hurricane S.S.D.) in 01:01:25. A vincere tra le donne Elisa Marcon (The Hurricane S.S.D.) in 01:09:07, seconda Caterina Cassinari (The Hurricane S.S.D.) in 01:10:03, terza Tunde Bukovszki (Budaorsi Triatlon Klub) in 01:11:25.

 

I percorsi

La frazione di nuoto del triathlon olimpico ha avuto inizio dalla spiaggia Cappuccini: dopo una prima boa con virata verso il porto a 200 m dall’entrata nel lago, gli atleti hanno nuotato nel cuore della cittadina percorrendo il canale che costeggia le mura, fino ad arrivare sul Ponte di Porta Brescia.

 

La frazione di ciclismo (400m di dislivello) ha coinvolto le provincie di Verona, Mantova e Brescia. Lasciandosi alle spalle Peschiera del Garda, i triatleti hanno attraversato il centro di Ponti sul Mincio (MN). Nei pressi di Monzambano (MN) si sono inoltrati nell’anfiteatro delle colline moreniche del Garda, sfiorando le mura del borgo medioevale di Castellaro Lagusello. I 15 km nell’entroterra di Monzambano hanno avuto al culmine lo strappo del Boscone. Dopo la Strada Cavallara (km 20), che con un rettilineo di 6 km ha portato alle porte di Solferino (MN), il tracciato ha svoltato in direzione di Pozzolengo (BS). Infine, i partecipanti hanno puntato verso Peschiera ripercorrendo, in senso inverso, i primi 3 km fino alla zona cambio.

 

La frazione di corsa si è svolta su un percorso multilap di 2 giri (100m di dislivello) con partenza dalla zona cambio nel parcheggio Porta Brescia, proseguendo in leggera salita verso il campo sportivo di Peschiera. Da qui gli atleti si sono diretti verso Località Porto Vecchio costeggiando il lungo Mincio. Al giro di boa hanno invertito il senso di marcia percorrendo uno splendido tratto di lungofiume, intorno alle mura della cittadina. Infine, sono entrati nel centro storico salendo sui bastioni con arrivo al Municipio, in Piazza Betteloni.

Le tre frazioni del triathlon sprint di domenica, con partenza dal Lungolago Mazzini, hanno seguito analoghi tracciati dell’olimpico del sabato.