Alla finale dei play off il Verona batte il Cittadella e torna in serie A. Oltre 30mila tifosi

Hellas Verona torna in serie A

Il Verona torna in Serie A. Al Bentegodi la squadra di Aglietti ribalta lo 0-2 dell’andata della finale playoff di B contro il Cittadella e con un netto 3-0 certifica la promozione nel massimo campionato con le reti di Zaccagni, Di Carmine e Laribi. Sfuma sul più bello, invece, il sogno della prima storica promozione in massima serie per i granata che non riescono a proteggere il 2-0 maturato al Tombolato e terminano il match con la doppia inferiorità numerica. Oltre 30mila tifosi a sostenere l’Hellas.

La partita

Inizia molto bene il Verona che, in mezzo ai tanti falli dell’avvio, impegna subito Paleari in un doppio intervento con le conclusioni di Laribi e Di Gaudio. Al 27′ poi la rete del vantagio firmata da uno scatenato Zaccagni che, sfruttando l’ottimo assist di Faraoni, non ha problemi a battere il portiere avversario da due passi. Da lì cala il Cittadella, che difende basso e subisce. Prima dell’intervallo Verona ancora pericoloso in un paio di occasioni con Di Gaudio, che però non riesce a raddoppiare. Raddoppio che arriva al 70′ dopo l’espulsione di Prodi, punito con la seconda ammonizione qualche minuto prima a causa di un’entrata in ritardo su Bianchetti. A siglare il 2-0 è Di Carmine, autore di uno spettacolare colpo di tacco sul cross basso e teso di Vitale. A chiudere i conti all’83’ è Laribi che raccoglie il passaggio in profondità di Pazzini, ruba il tempo a Frare e Paleari e fa volare il Verona in Serie A.