Festa grande per la General Store bottoli che a Roncolevà di Trevenzuolo ha confermato e addirittura migliorato il successo dello scorso anno: ad alzare le braccia al cielo al termine di una lunga cavalcata solitaria è stato il vicentino classe 1996, Marco Borgo che si è aggiudicato così anche il titolo di campione regionale Veneto. A completare la festa, poi, ci ha pensato Cristian Rocchetta che ha regolato i più immediati inseguitori conquistando un ottimo secondo posto.

Marco Borgo campione regionale

La prova scaligera che ha visto al via 129 atleti, si è decisa nelle ultime due delle otto tornate conclusive sull’anello cittadino di Roncolevà: qui ha preso il largo un drappello di 17 atleti da cui, ad una dozzina di chilometri dal termine ha accelerato Marco Borgo che ha difeso con i denti sin sulla linea d’arrivo i 100 metri di vantaggio guadagnati su un sestetto di più immediati inseguitori tra cui figurava anche Cristian Rocchetta.

Le parole del vincitore

“Sono felicissimo per questa vittoria e per il modo in cui l’ho conquistata” ha confidato Marco Borgo dopo il traguardo. “Ho sempre sognato di vincere in solitaria e oggi finalmente ci sono riuscito. Questo successo è per tutta la squadra che mi ha dato fiducia e mi ha aiutato a crescere anche nei momenti più difficili: un grazie speciale va a patron Angelo Bottoli, al presidente Diego Beghini e ai miei ds Giorgio Furlan, Roberto Ceresoli e Angelo Ferrari. Spero che il titolo di Campione Regionale li ripaghi della pazienza e della passione con cui mi hanno supportato”.

Leggi anche:  Giro del Friuli juniores ecco il sestetto Assali Stefen Omap

Un successo che vale doppio

Ad applaudire sul traguardo i propri ragazzi anche il presidente Diego Beghini e il patron Angelo Bottoli. “Questa vittoria è la conferma che stiamo facendo le cose per bene e che questo gruppo di giovani ha il talento necessario per primeggiare su qualsiasi traguardo. Anche oggi i ragazzi ci hanno fatto divertire ed emozionare: sono davvero felice per Borgo e per tutta la squadra” ha sottolineato Beghini. “Siamo una piccola squadra ma lavorando con umiltà ci siamo già presi diverse soddisfazioni. Il successo di oggi vale doppio anche perchè è arrivato davanti ad un parterre di atleti di assoluto valore. Merito al lavoro dei tecnici e alla bravura dei nostri atleti: questa è la strada giusta su cui dobbiamo proseguire” ha concluso Bottoli.