La formazione villafranchese festeggia il ritorno in seri A di pallamano femminile, dopo aver vinto tre partite delle final six promozione.

Con una partita di anticipo, la Pallamano Olimpica Dossobuono conquista la serie A dopo una stagione che l’ha vista dominatrice assoluta su tutti i campi. Le ragazze di mister Roberto Escanciano Sanchez torneranno dunque a confrontarsi con la massima serie la prossima stagione, dopo un solo anno di assenza.

Nelle final six, ancora in corso a Chieti, le villafranchesi hanno fatto capire sin da subito di essere la squadra da battere: doppia vittoria nei due match che le ha viste impegnate venerdì e primato del mini-girone.

Nella mattinata di ieri, però, il Dossobuono ha rimediato una sconfitta (la prima della stagione!) ai rigori, contro le altoatesine del Forst Brixen (23 a 22 il finale), dopo aver condotto la gara ed essere raggiunte ad un minuto dalla fine.

Ma nella partita pomeridiana è arrivata la definitiva consacrazione. Vittima sacrificale il Leonesse Brescia, sotto per tutta la gara.

Leggi anche:  Zanguio sbarca alla Vivigas Verona

A fine del primo tempo il tabellone dice 20-13 per le veronesi. A metà ripresa l’Olimpica si rilassa un po’, permettendo alle avversarie di portarsi sul -3 (24-27). A questo punto lo scatto decisivo, un nuovo allungo che decide di fatto la sfida. A 5’ dalla fine il risultato è di 31-26 per il Dossobuono che gestisce con intelligenza gli ultimi minuti e va a vincere 34-30. Esplode così la festa, con le ragazze che abbracciano l’allenatore Escanciano Sanchez, il presidente Marco Beghini e il dirigente Ivan Della Gatta.

«Un ritorno in serie A – spiega visibilmente commosso il presidente Marco Beghini – che abbiamo programmato sin dal primo giorno di ritiro, nell’agosto dell’anno scorso. Dovevamo sportivamente vendicare la retrocessione patita nel campionato 2014-2015. Ora posso dirlo: ero convinto che ce l’avremmo fatta! Perché? Beh, conosco le ragazze e so che quando vogliono qualcosa se la conquistano, con le unghie e con i denti».