Silvia Bortot campionessa di boxe sarà premiata a San Bonifacio. Vive ad Abano ma si allena alla palestra Verona Boxing Fighters di coach Luca Tescaroli.

Silvia Bortot campionessa di boxe sarà premiata a San Bonifacio

Sabato 16 febbraio in sala consiliare del Comune di San Bonifacio alle 17,30 il sindaco Giampaolo Provoli premierà l’atleta professionista Silvia Bortot che, allenata dal coach Luca Tescaroli della palestra Verona Boxing Fighters di San Bonifacio, lo scorso 11 gennaio 2019 si è laureata campionessa Europea Ebu, pesi superleggeri, a Compiègne in Francia.

Un trionfo nella terra della rivale

Il gancio della pugile di casa nostra aveva messo al tappeto l’atleta francese Marie-Helene Meron conquistando la cintura di campionessa d’Europa ai Campionati Europei di boxe per superleggeri riportando in Italia una cintura femminile che mancava da tempo. Il match si era svolto al Gymnasie De Royallieu di Compiegne, in Francia: «Ho realizzato un grande sogno» ci aveva detto a caldo l’emozionata 34enne Silvia Bortot che vive ad Abano Terme e si divide tra il lavoro di grafica e gli allenamenti sul ring nella palestra di San Bonifacio in cui si allena tutti i giorni. «E’ un traguardo importante per me che ripaga di tanti sforzi e sacrifici per allenarmi quotidianamente».

Leggi anche:  Legnago Salus, dopo il bomber Di Paolo ecco Yabré

“Sogno di partecipare al mondiale”

«E’ un peccato che la boxe sia considerata più pericolosa di altri sport perché in realtà insegna valori importanti» e ancor più dispiace constatare che nonostante le tante vittorie ottenute a livello locale non sia considerata al pari di altre attività sportive. Silvia, che da sempre ama gli sport di combattimento e da adolescente aveva come idolo Jean Claude Van Damme, ha i piedi per terra e la vittoria non la allontana dai suoi futuri impegni sportivi. Con la mente è già ai prossimi combattimenti con l’energia e forza che la contraddistinguono. E’ previsto un match in primavera che la vedrà protagonista e soprattutto la difesa della cintura del Campionato Europeo appena ottenuta in Francia. Ma, sottovoce, confessa «il mio più grande sogno nel cassetto è partecipare un giorno al Campionato Mondiale».

Un futuro a San Bonifacio?

Viste le mire mondiali di Silvia e il feeling speciale con la palestra e con il suo coach, pare che il team sia alla ricerca di sponsor per far sì che la campionessa possa vivere proprio in città per ridurre i tempi morti del viaggio quotidiano dal padovano e la stanchezza accumulata durante gli spostamenti quotidiani.